28ª

Ventottesima
Settimana

Ventottesima Settimana

iMamme. Si apre l’ultima fase della vostra gravidanza ed è inutile negarlo: sarà un periodo faticoso, soprattutto per il pancione che diventa più pesante. Però si avvicina il momento in cui stringerete tra le braccia il vostro amore e basta solo l’idea a farvi sopportare tutto il resto.

Sentite le contrazioni di Braxton-Hicks: il vostro corpo si sta preparando al parto. Siete più stanche e col respiro corto: è il piccolino, che assorbe tutte le vostre energie e, crescendo, preme sulle costole. A quest’epoca, la bilancia dovrebbe segnare 9 chili in più: attenzione a non strafare nelle ultime settimane, con la scusa di mangiare di più per la crescita del vostro bambino o per alleviare il bruciore allo stomaco. Finora il peso va bene così: non rovinate questo percorso perfetto.

Sentite sempre caldo e sudate anche se fuori fa freddo? Tutto normale, così come le gambe pesanti. Se avete crampi prendete del magnesio o mangiate banane. Dai capezzoli potrebbe uscire qualche goccia di colostro, il primo nutrimento del neonato.

Piccino. E’ lungo circa 37 centimetri. Secondo alcuni scienziati, da questa settimana inizia a sognare. Impossibile chiaramente dire quali siano i suoi sogni, ma si sa che il piccolo cervello resta attivo anche mentre il bimbo dorme. Se vedete il pancione sobbalzare con un ritmo regolare, non spaventatevi: vostro figlio ha il singhiozzo. I suoi polmoni maturano e lui impara a respirare normalmente. Quest’ultimo periodo sarà importantissimo per il completamento dei suoi organi, che dovranno essere pronti per il mondo esterno. E’ già perfettamente in grado di muoversi, afferrare le cose, succhiare, guardare. I suoi occhi iniziano a rimanere aperti.

I movimenti si fanno vigorosi e ormai possono essere facilmente percepiti anche dall’esterno: che soddisfazione per i papà! Potete anche riconoscere una manina o un piedino.

Cose da fare. Visitate l’ospedale o la clinica dove intendete partorire, informatevi su tutti i servizi offerti, le possibilità di parto e di analgesia. Negli esami del sangue controllate la ferritina e fate un test completo delle urine.

Rilassatevi quanto più potete e pensate a completare la valigia e la stanza del vostro piccolino in arrivo.

Lo sapevate? Ipotizziamo che abbiate preso 9 chili, tutti “sparsi” tra fianchi e glutei. Sono così suddivisi: 500 grammi di placenta, 900 grammi di seno, circa 1.500 di liquido amniotico, altrettanti per l’utero, 1.500 per il volume di sangue e circa 3 chili per il peso del bebè.