27ª

Ventisettesima
Settimana

Ventisettesima Settimana

iMamme. Siete finalmente alla fine del secondo trimestre! Benvenute nel settimo mese di gravidanza, iMamme! Certo, la respirazione e la digestione possono essere difficoltose perché il feto cresce molto e occupa tanto spazio. Ma anche voi state “crescendo”: l’ultimo trimestre è quello in cui acquisterete maggior peso, avete bisogno di circa 350-500 calorie extra. Attenzione quindi alla bilancia, se nelle settimane precedenti siete ingrassate parecchio.

Le contrazioni preparatorie sono più frequenti. Se non avete dolori particolari, è tutto in regola. Possono essere spuntate le vene varicose, le emorroidi e gambe e piedi possono essere più gonfi: sotto la doccia alternate getti di acqua calda e fredda per favorire la circolazione, ma lasciate stare i bagni troppo lunghi.

A causa degli ormoni, le gengive possono essere più sensibili e sanguinare: non trascurate mai l’igiene orale. E portate pazienza per il bruciore di stomaco.

Piccino. Pesa meno di un chilo e misura circa 37 centimetri. In questo mese però raddoppierà il suo peso. Il ciclo sonno-veglia ormai si è sviluppato, ma non è detto che sia uguale al vostro: ecco perché può capitare che faccia il “pazzerello” esattamente quando voi volete dormire. Le connessioni tra i neuroni sono complete, ma i movimenti non ancora coordinati. La pelle è sempre meno rugosa e la retina continua a stratificarsi: se puntate una fonte di luce sul pancione, il piccolino si girerà in quella direzione. Percepisce il gusto di ciò che mangiate attraverso il liquido amniotico.

Cose da fare. Bevete, bevete e bevete: per migliorare la circolazione, ma anche per non andare incontro a disidratazione (vale in ogni stagione). Preparate la valigia per l’ospedale, per voi e il bambino: da questo momento in poi dovete veramente essere pronte. Sembra ci sia ancora molto tempo, ma è meglio comprare anche tutto quello che può servire all’allattamento e al post partum: ad esempio, reggiseni ad hoc, coppette assorbilatte, paracapezzoli, crema anti ragadi, biberon, tiralatte.

Papà, informatevi sul congedo di paternità.

Lo sapevate? Pare che nei mesi estivi ci sia una probabilità maggiore di parto prematuro. La causa è la disidratazione. Attenzione quindi ad alcuni sintomi: perdita acquosa abbondante e improvvisa dalla vagina (che fa pensare alla rottura delle acque), gonfiore di mani e viso, dolore durante la minzione o acuto e prolungato all’addome, perdite di sangue rosso vivo dalla vagina. In questa situazione, chiamate immediatamente il vostro medico.

rid@2x

Tutte le Settimane di gravidanza : 12345678910111213141516171819202122232425262728293031 323334353637383940