Skip to main content
Large - arriva la nuova sez baby
neonato dorme tranquillo

Nel corso del tempo, sul sonno dei neonati e, in particolare, sulle posizioni giuste per la nanna, è stato detto e scritto di tutto. Fino a qualche decina di anni fa, ad esempio, la questione pareva risolta: i bimbi devono stare a pancia in giù, così se rigurgitano non c’è problema. Era una certezza di tante delle nostre mamme, che così ci hanno fatto dormire. Poi, dopo essere passati da una fase un po’ più permissiva (“va bene anche dormire di lato“), la verità è che c’è solo una posizione veramente corretta per la nanna dei neonati: a pancia in su.

Questa raccomandazione non nasce da una sorta di capriccio di medici e neonatologi, ma ha una fondamentale valenza scientifica: la posizione supina per il sonno dei neonati è l’unica che li protegge davvero da quel fenomeno che tanto ci spaventa, ovvero la “morte in culla“. Infatti, è stato dimostrato che da quando si adotta a tappeto questa importante precauzione, i casi di Sids in Italia si sono drasticamente ridotti.

La “morte in culla” pare sia in qualche modo collegata ai meccanismi del respiro durante il sonno dei neonati. La posizione a pancia in giù non farebbe svegliare facilmente i bambini in caso di problemi respiratori come l’apnea, cosa che invece avviene quando stanno a pancia in su (questo è solo uno dei fattori protettivi contro la Sids).

Su questo argomento, care mamme, bisogna essere piuttosto rigide, perché ne va della salute dei nostri cuccioli. È quindi importantissimo abituare i piccini fin da subito già ad addormentarsi a pancia in su, anche se spesso può essere un po’ difficoltoso.

Amazon large

Prese dalla stanchezza potrebbe essere semplice lasciare che il vostro bambino si addormenti un po’ come gli pare (di lato, a pancia sotto, “spalmato” sul vostro petto, in braccio). Se proprio non riuscite a farlo addormentare supino, cercate di spostarlo appena crolla (se non crollate prima voi!). Per esempio, se dorme in posizione laterale, durante la notte potrebbe facilmente finire a pancia in giù, senza riuscire a girarsi.

“Ma se rigurgita? A pancia in su non rischia di più?”. Ve lo starete sicuramente chiedendo. Dagli studi scientifici sul sonno dei neonati è emerso che il pericolo maggiore si ha nella posizione prona. Il rigurgito infatti può “colare” più facilmente nella trachea se il bambino è a pancia in giù, per colpa della forza di gravità. In posizione supina invece il rigurgito va più difficilmente verso le vie respiratorie e la tosse permetterà al piccolo di espellere più facilmente il contenuto dello stomaco.

E se il piccolo “monello” si gira durante la notte? In genere, un neonato piccolissimo non si muove così tanto da riuscire a cambiare totalmente posizione. Dai 3-4 mesi può in effetti succedere. Per far sì che rimanga a pancia in su, potete mettere attorno al bambino degli asciugamani arrotolati, in modo che non abbia sufficiente spazio per fare clamorose “capriole” nel lettino.