Skip to main content
search
Large - sezione Bambino
Small - sezione bambino
mamma e bambino appena nato

Un momento quasi irrinunciabile quando arriva un bambino è l’esposizione del fiocco nascita. Un oggetto più o meno ricco, fatto a mano oppure acquistato già bello e pronto, che annuncia la bellissima notizia. Per trovare quello che davvero ci piace c’è veramente l’imbarazzo della scelta: colori classici o no? Romantico tulle o morbido pannolenci? Forma “normale” o innovativa? Se siete ancora in gravidanza prendetevi un po’ di tempo per decidere con calma. E poi potreste – perché no? – anche aggiungerlo alla vostra lista nascita. Facciamo insieme un piccolo viaggio alla ricerca del fiocco perfetto per voi. 

Dove nasce la tradizione del fiocco nascita 

Considerato che il fiocco nascita si vede in praticamente tutti i Paesi occidentali (anche se magari con forme e dettagli differenti), questa tradizione ha origini molto antiche. Inoltre, a differenza di quello che si potrebbe pensare, le sue radici affondano nel lontano Oriente. 

Se oggi viene usato perlopiù per ragioni estetiche, in passato non era affatto così. Si racconta infatti che il fiocco avesse la funzione di proteggere il neonato dopo che era venuto al mondo. Questo avveniva soprattutto per i maschi che avevano fin da subito un ruolo più importante delle femmine. Il fiocco era blu, il colore del cielo, simbolo della protezione divina contro le forze del male. Dal blu si è poi passati all’azzurro per i maschietti e al rosa per le femmine. 

Anche la forma aveva il suo significato particolare. Il fiocco era la rappresentazione di un’unione forte e difficile da sciogliere tra l’uomo e la donna che avevano dato vita al loro bambino. In Egitto ad esempio il nodo raffigurava la dea Iside, che simboleggiava la vita eterna e l’amore divino. 

Col passare dei secoli, queste interpretazioni si sono perse e il fiocco viene utilizzato “semplicemente” per comunicare in maniera gioiosa la nascita del bebè. 

Fiocco nascita: dove appenderlo 

Ci sono varie soluzioni per il fiocco nascita. Normalmente il tipico luogo è l’ospedale o la clinica, anche se in questo periodo di restrizioni per il Covid vi conviene informarvi bene se è possibile portarlo o meno. Non crediamo che vi sarà vietato, però sempre meglio chiedere per evitare che rimanga chiuso in valigia. Se avete la stanza da sole potete appenderlo alla porta, se invece la condividete con altre mamme collocatelo sopra il letto. 

Per quanto riguarda casa vostra ci sono diverse alternative. Sul cancello o sul portone potete mettere un fiocco un po’ più semplice di quello ricamato o fatto artigianalmente che avete portato in ospedale. Considerato che sarà esposto alle intemperie, sceglietelo semplice, per esempio un classico fiocco di nastro per pacchetti regalo o cercate un fiocco nascita da esterno per il giardino, non per forza da appendere alla porta, come quella nella foto. 

Cicogna da giardino

Tornati dall’ospedale, il fiocco “importante” poi può diventare un complemento d’arredo per la stanzetta del cucciolo oppure ornare la culla o il lettino. Rimarrà comunque un bellissimo ricordo da custodire gelosamente.   

Scegliere il colore del fiocco nascita 

Questo è un punto fondamentale quando decidete di acquistare il vostro fiocco nascita. La domanda a cui rispondere è: andiamo sul super classico oppure “osiamo” qualcosa di diverso? La tradizione parla chiarissimo: fiocco nascita rosa per le bimbe e fiocco nascita azzurro per i maschietti. Sono le due tonalità che contraddistinguono i due sessi in modo netto. Ovviamente c’è tutta una scala sia di rosa (da quello antico al fucsia) che di azzurro (dal celeste tenue al carta da zucchero) tra cui scegliere a seconda del vostro personalissimo gusto. 

Tradizionale fiocco nascita azzurro

Ci sono poi moltissimi colori che potremmo definire unisex: bianco, beige, giallo, verde, arancione, sono alcuni di questi. Via libera alla tinta unita oppure a tante sfumature insieme. Non ci sono regole: dipende davvero da quello che vi piace di più.

Fiocco nascita: fatto in casa, artigianale o confezionato?

Vi mettiamo davanti ad un altro bivio che riguarda la manifattura del fiocco nascita. Anche in questo caso ci sono più possibilità. Se avete una buona capacità manuale e siete appassionate di ricamo potete benissimo cimentarvi voi. Soprattutto se siete in congedo di maternità preparare il fiocco è un bel passatempo. Ci sono tantissimi schemi di ricamo per la nascita anche su internet, in particolare a punto croce, che probabilmente è la tecnica più utilizzata per questo genere di lavoro. Se il fai da te non fa per voi, mettete all’opera nonne o zie: saranno felicissime di aiutarvi a realizzare questo prodotto così speciale. 

E se invece avete parenti “negate” per la manualità, ma volete comunque che il vostro fiocco nascita sia un pezzo unico, rivolgetevi a ricamatrici o persone amanti del ricamo. Anche in questo caso il web aiuta e non poco. Esprimete tutti i vostri desideri. Se siete capaci, provate a buttare giù uno schizzo del fiocco che vorreste, in modo che la persona che lo realizza sia in grado di accontentarvi pienamente. 

Il fiocco nascita artigianale vi garantisce senza dubbio l’originalità del manufatto, però è forse un acquisto un po’ più costoso rispetto al fiocco casalingo e a quello già confezionato che trovate sia nei negozi che online. Dovete infatti calcolare anche la manodopera necessaria per farlo. I prodotti “già pronti” sono decisamente la soluzione più “easy”, sia come prezzo che come facilità di reperimento.

Quando comprare o realizzare il fiocco nascita

Il fiocco nascita non rientra certamente tra i primi acquisti che si fanno per il nascituro. Spesso tra l’altro è un regalo fatto da qualcuno che è molto vicino alla futura mamma (sorella, cognata, zia, madrina del bambino etc). Solitamente quindi si aspetta almeno la fine del secondo trimestre di gravidanza. Tenete però presente che spesso viene consegnato proprio all’ultimo secondo o a nascita già avvenuta: se deve contenere i dati del bimbo appena nato bisogna appunto attendere che venga al mondo. 

Cosa scrivere in un fiocco nascita 

Ecco un aspetto molto importante: cosa scriviamo (o facciamo scrivere) nel fiocco nascita del nostro piccolino? Vi diamo alcune idee: 

  • Sono arrivato! 
  • Sono nato!
  • È arrivato/nato… (nome del bambino). 
  • Mamma e papà sono felici di annunciare l’arrivo di…
  • Benvenuto/a…
  • È nato/a un/a bimbo/a
  • (Nome del fratello o della sorella maggiore) annuncia la nascita del fratellino/sorellina
  • Finalmente sono qui!
  • Eccomi, mamma e papà!
Mongolfiera per la nascita di una bimba

Come accennato nel paragrafo precedente, oltre al messaggio puro e semplice con il nome del bambino, si possono aggiungere tante altre informazioni: la data, l’ora in cui è nato, il peso e la lunghezza, la città e tutto quello che la vostra fantasia suggerisce. In questo caso, il fiocco deve essere completato “last minute”. Significa che lo appenderete un pochino dopo, ma sarà super completo. 

Fiocco nascita: quale forma scegliere

Avete visto quante scelte dovete fare per trovare il fiocco nascita giusto? Occupiamoci delle forme. Quella “normale” è il fiocco vero e proprio che rimane in auge nonostante il tempo che passa. Chi è affezionato alla tradizione opterà senz’altro per uno di questi. In realtà però ne esistono un sacco di tipi differenti. Qualche spunto: 

Una simpatica forma ad automobilina

La dimensione cambia anche a seconda della forma. È evidente che in un fiocco più grande avete la possibilità di ricamare molti più dettagli che in uno più piccolo. Anche in questo caso dipende dalle vostre preferenze: c’è ad esempio chi desidera scrivere solo il nome del bambino.

Fiocco nascita per gemelli

E dulcis in fundo non potevamo non pensare anche alle nascite gemellari. Come comportarsi con il fiocco? Una prima opzione è quella di fare due fiocchi nascita per gemelli, uno per ciascun bimbo, differenziando i colori se per esempio aspettate un maschio e una femmina. Esiste anche il fiocco unico in cui scrivere entrambi i nomi, uno a destra e uno a sinistra oppure uno sotto e uno sopra. In alternativa potete orientarvi sui fiocchi nascita bicolori in rosa e azzurro.

Fiocco bicolore per gemellini

Ci sono ancora fiocchi gemellari con oppure la cicogna che porta due bimbi o dei cuori sovrapposti. Si può giocare tranquillamente con forme e colori, dando spazio ai propri gusti e realizzando i propri sogni. Come vedete le idee non mancano. Basta solo trovare quella che piace di più per urlare al mondo intero la nascita dei propri tesori. Auguri!