Diarrea in gravidanza: ecco le cause, i sintomi e i rimedi

diarrea in gravidanza

Chi ne soffre probabilmente si chiederà: “Ma perché tutte hanno la stitichezza col pancione e invece io mi ritrovo a dover scappare così spesso in bagno col mal di pancia?!”. Bella domanda! Perché se è vero che la stipsi è molto comune durante la gestazione, è anche vero che la diarrea in gravidanza non è un fenomeno così raro, soprattutto all’inizio. Vediamo dunque quali possono essere le cause, i sintomi e i rimedi.

Il primo motivo che può scatenare la diarrea in gravidanza è costituito dagli scompensi ormonali, in particolare delle prime settimane, che hanno delle conseguenze anche sulla flora batterica intestinale. Inoltre, sempre in questo primo periodo, le nausee e il vomito – disturbi molto frequenti – possono pure essere accompagnati da qualche episodio di dissenteria (giusto per non farsi mancare proprio niente!).

Lo stress è fonte di grande disturbo per i miliardi di microrganismi che abitano felicemente nel nostro intestino. La gravidanza fisiologicamente porta con sé tanti pensieri e paure che possono avere ripercussioni anche sul sistema digestivo e sulla funzionalità intestinale. E non è un aspetto secondario: molto spesso la diarrea in gravidanza può avere una causa psicosomatica.

E poi ci sono i cambiamenti nelle abitudini alimentari. Il ginecologo, ad esempio, vi suggerirà di certo di modificare la dieta per evitare di prendere troppo peso oppure di andare incontro a patologie tipo il diabete gestazionale, prediligendo frutta e verdura, cibi integrali o comunque ricchi di fibre, tantissima acqua. Se non eravate già abituate ad assumerli, la pancia ne può risentire ed ecco arrivare qualche disturbo. Il consiglio è quello di interrompere per qualche giorno per poi riprendere, ma in maniera graduale.

Talvolta gli integratori, in particolare quelli multivitaminici o il ferro, possono causare diarrea. Se pensate possano essere quelli la causa del mal di pancia, è bene segnalarlo al proprio medico.

Un altro fattore che può predisporre alla diarrea in gravidanza è il sistema immunitario più vulnerabile in questo periodo: ecco quindi che è più facile beccarsi qualche “bella” intossicazione alimentare oppure un virus, magari portato a casa da scuola dai propri bambini. Se in linea generale la diarrea non deve preoccupare ed è facilmente risolvibile, nel caso di virus o infezioni batteriche, la cura deve essere di tipo farmacologico ed è necessario parlarne tempestivamente col proprio medico. Gli organismi più pericolosi? La salmonella, la listeria, il virus dell’epatite B.

I sintomi della diarrea in gravidanza sono quelli classici: mal di pancia con crampi, urgenza nell’evacuazione, feci liquide. In linea di massima 1-2 scariche non sono preoccupanti, ma se sono molte e durano per più giorni non esitate a telefonare al ginecologo. Lo stesso vale se compaiono i segnali della disidratazione: debolezza, capogiri, pelle e bocca secche, sete, urina scarsa e scura.

Come curare la diarrea in gravidanza? Innanzitutto i probiotici sono un validissimo aiuto per ripopolare l’intestino. Questo prodotti non hanno alcuna controindicazione durante la gestazione. E poi ci sono gli integratori alimentari. Sceglieteli a base di estratto di buccia di mela (favorisce la regolarità intestinale), di Psyllium (ha effetto prebiotico e un’azione lenitiva ed emolliente del sistema digerente, oltre a regolarizzare la consistenza e il volume delle feci) e melissa (aiuta ad eliminare i gas).

Chiaramente in caso di episodi di diarrea in gravidanza ci si deve reidratare bene, bevendo molta acqua a cui aggiungere anche un po’ di succo di limone e un pizzico di sale per recuperare i sali persi con le feci liquide. E attenzione all’alimentazione: scegliete cibi astringenti, come riso, patate, banane, mele, pane, e lasciate stare le fibre e i latticini per qualche giorno.

article_banner – 8@2x
13 I like it
4 I don't like it