Tutine per neonato: guida alla scelta

Tutine

Morbide e colorate. Calde e avvolgenti. Pratiche e indispensabili. Che tenerezza le tutine per neonato! In genere sono una delle prime cose che la futura mamma acquista per il suo bambino in arrivo. Ma anche regalarle è sempre un piacere, sia per chi le compra che per chi le riceve. Soprattutto all’inizio le tutine non bastano mai: sono – senza pericolo di smentita – l’indumento più comodo per i nostri cuccioli. E possono essere anche particolarmente belle. E allora… inoltriamoci in questa piccola guida per scegliere le tutine migliori per i nostri bimbi.

Tutine per neonato: quali modelli esistono

Vediamo la classica suddivisione secondo TutineNeonato.it

– Tutine intere: sono il più classico dei vestiti per neonato, quello che si usa già in ospedale. La tutina per eccellenza è tutta intera e, nella maggior parte dei casi, copre anche i piedini (cosa che consente di non usare calze o scarpette). Solitamente, pur essendo un unico indumento, sotto si utilizza un body, soprattutto in autunno e in inverno. 

– Completini: si tratta di un completo spezzato, cioè pantaloncini e maglietta. In molti reparti maternità vengono richiesti alle future mamme nella borsa per il parto perché considerati più pratici per il cambio del pannolino. E in effetti è così. Richiedono però assolutamente l’uso del body sotto in modo da tenere al caldo pancino e schiena. 

– Pagliaccetti: sono interi, come le tutine, ma con maniche e pantaloncini corti. Che spettacolo braccia e gambe paffutelle all’aria! Ovviamente sono adatti alla stagione estiva. 

La scelta delle tutine varia a seconda delle proprie preferenze, ma soprattutto in base alla comodità e alla praticità nel vestire il nostro piccolo. All’inizio sembra sempre un’impresa complicatissima, ma basta solo prenderci la mano e diventerà un gioco da ragazzi. A quel punto sarete in grado di capire se preferite un modello di tutina intero oppure spezzato. 

Tutine per neonato: quali tessuti scegliere 

La regola d’oro è una soltanto: per i neonati vanno sempre predilette le fibre naturali. La loro pelle infatti è delicatissima, in particolare alcuni soggetti predisposti possono sviluppare problemi come la dermatite. Nella scelta delle tutine, semaforo verde a cotone, caldo cotone, ciniglia e lana (quest’ultima meglio se non va a contatto diretto con la pelle: usate il body sotto).

Scegliete il tessuto giusto a seconda della stagione. Il cotone è chiaramente più leggero, ma nulla toglie che possa essere usato anche se fa freddo, a patto di coprire bene il piccolo sotto. Con le temperature più rigide meglio il caldo cotone, la ciniglia e la lana. Attenzione alla ciniglia, morbidissima e molto amata: acquistate le tutine che sono fatte con ciniglia di cotone. A volte è realizzata con tessuti sintetici che non consentono la traspirazione. Andrebbero quindi evitati.   

Tutine per neonato: le taglie 

Vi facciamo subito una raccomandazione: quando fate shopping per il bebè non esagerate con la taglia 0 mesi, quella cioè per la nascita. Nei primi mesi la crescita del neonato è molto veloce e il rischio è che presto non entri più nelle tutine che avete comprato per il suo arrivo. Riducete quindi il numero. Se poi per qualche motivo la misura “mignon” vi serve più a lungo, potete sempre acquistare altre tutine dopo la nascita. Se rischiate un parto prematuro bisogna regolarsi di conseguenza ed essere previdenti tenendo pronta qualche “mini tutina” in più. 

Solitamente le tutine per i neonati seguono questo standard: 0 mesi, 0-3 mesi, 3-6, 6-9, 9-12, 12-18. A seconda delle case produttrici potreste trovare anche taglie intermedie, ad esempio 0-1 mesi. 

Come regolarsi, dunque? Come dicevamo, all’inizio è meglio non abbondare troppo con le misure piccolissime. Che sia allattato al seno o artificialmente, il bimbo cresce molto rapidamente. Non dimenticate inoltre che potreste ricevere tutine anche come regalo di nascita, quindi non è il caso di comprarne una montagna. In ogni caso il passaggio da 0 mesi a 0-3 sarà rapido, quindi consideratelo nei vostri acquisti. 

Tutine per neonato: i colori

Parliamoci chiaro: ma chi l’ha detto che le femminucce devono vestirsi di rosa e i maschietti d’azzurro? Sì, è vero, sono praticamente un “must”, ma non per questo il corredino deve per forza essere monocromatico. C’è tutto un arcobaleno di colori da esplorare! 

La maggior parte delle tonalità è assolutamente unisex. Sia Alberto che Giulia potranno quindi avere le loro tutine verdi, arancioni, gialle e via di seguito. Magari il fucsia lo lasciamo a Francesca e il blu cobalto a Davide, ma per il resto sbizzarritevi al massimo! A proposito: avete mai notato che meraviglia sono i neonati vestiti di bianco? 

Allo stesso modo, via libera anche alle fantasie: righe, quadretti, aeroplanini, farfalle e tutto quello che la vostra fantasia comanda. Rendete unici i vostri piccoli!

Tutine per neonato: tipi di chiusure 

Un altro criterio per la scelta delle tutine per il neonato riguarda la chiusura. Ne esistono varie tipologie. La più comune è l’apertura sotto le gambine con una serie di bottoncini automatici. Questi sono in assoluto i più comodi: pensate se doveste infilare il bottone nell’asola quando, subito dopo il bagnetto, il piccolo ha un attacco di fame che non lascia neanche il tempo di pensare! Gli automatici sono molto semplici e pratici. 

Altre tutine hanno l’apertura posteriore, sul culetto. Questo consente un cambio veloce, anche se siete fuori casa e avete un fasciatoio d’emergenza (tipo il sedile posteriore della macchina). Altre ancora invece hanno una fila di automatici sul davanti, lungo tutto il corpo. Infine, c’è la chiusura a portafoglio, sempre sul davanti (questa è consigliabile soprattutto per i body che sono più stretti e potrebbero essere “antipatici” da mettere). 

Un aspetto da non trascurare è quello della sicurezza. Il normale bottone potrebbe nascondere un pericolo importante: se si stacca, magari perché con l’uso si è allentato, può essere portato alla bocca o al naso, ingerito o inalato. Gli automatici vi mettono al riparo da questo rischio non indifferente. 

La tutina della nascita: la più emozionante 

Oltre ad essere – per ovvi motivi – la più emozionante, la prima tutina che indosserà il vostro neonato resterà impressa per sempre nella vostra memoria. Questo perché per esempio sarà immortalata nelle primissime foto del bimbo. Non esiste mamma che non scelga con estrema cura il primo outfit. Molte cercano qualcosa di speciale anche per il giorno delle dimissioni, in modo da fare un’entrata a casa davvero memorabile. 

Prima di comprarla però informatevi bene sulle regole dell’ospedale dove avete intenzione di partorire. Ad ogni gestante, soprattutto se frequenta il corso preparto, viene fornita una lista nascita con le cose da portare per sé e per il neonato. Tra le varie informazioni, riceverete quindi indicazioni sul tipo e sulla quantità di tutine da preparare. 

Oltre alle specifiche richieste del reparto, per la scelta della tutina per la nascita tenete in considerazione le misure stimate del bambino (l’aggettivo “stimate” è fondamentale: non c’è certezza su quanto peserà o sarà lungo, ma si tratta di misure approssimative) e il periodo in cui verrà al mondo. 

Gemelli: tutine uguali o diverse?

Chiaramente si tratta di una risposta del tutto soggettiva. Sono i futuri genitori a decidere se i loro piccolini saranno vestiti uguali o in modo differente, a seconda dei propri gusti. Certo, in caso di gemelli omozigoti (quindi identici) l’idea di vestirli allo stesso modo può essere simpatica. Se si decide invece di differenziare c’è anche uno scopo di mera utilità: distinguere i piccini l’uno dall’altro almeno fino a quando non si sarà in grado di notare eventuali piccoli dettagli diversi.

Tutine per neonato: iMamma consiglia

A noi di iMamma piacciono le cose fatte bene. E il “made in Italy” non può che essere garanzia di qualità. È una cosa ormai riconosciuta a livello globale. “Made in Italy” significa cura del prodotto e attenzione alla scelta delle materie prime, mescolate in maniera sapiente al gusto estetico. Tutto questo è TutineNeonato.it, il sito specializzato nell’e-commerce di tutine, completini, pagliaccetti, intimo e corredini. E c’è un valore aggiunto: i prezzi competitivi. 

Sul sito trovate una vastissima gamma di prodotti che andranno bene dai primissimi giorni di vita del bimbo fino ai 18 mesi. Tutti sono realizzati da manufatture italiane e solo con tessuti di alta qualità per tutti i gusti e tutte le stagioni (cotone, ciniglia, lana, caldo cotone). Le spedizioni vengono effettuate in tutta Italia nel giro di 2-3 giorni e sono gratuite con una spesa superiore ai 49 euro. 

TutineNeonato.it ha pensato proprio a tutto. Oltre a seguirvi nello shopping con una chat, vi aiuta con le misure. Se non sapete come regolarvi è stata creata la sezione “Guida alla scelta della taglia”. Scopritela!

Più acquisti e più guadagni 

Su TutineNeonato.it troverete un’interessantissima opportunità: più comprate e più guadagnate. Sì, avete capito bene. Ecco come funziona. Se si diventa clienti, per ogni acquisto viene rimborsato il 10%. Questa percentuale si accumula e diventa credito da spendere con ordini futuri. 

Facciamo un esempio. Se acquistate 100 euro di prodotti, ricevete un credito di 10 euro direttamente sul vostro account. Deciderete voi se utilizzare questa cifra con l’ordine successivo oppure se accumularne per acquisti futuri. L’iniziativa è valida per tutti i prodotti, compresi quelli dell’outlet (è una sezione con articoli scontati).

Il credito è compatibile con sconti e promozioni e può essere speso entro un anno dall’ultimo ordine. Può essere utilizzato per pagare interamente un ordine oppure solo una parte (in questo caso aggiungerete la differenza). Vale sia sul totale dell’ordine sia sulle spese di spedizione.

Per tutti i dettagli cliccare QUI.

Il buono digitale di TutineNeonato.it

La vostra migliore amica sta per partorire? Vostra cognata aspetta due gemelli? Tocca a voi scegliere il regalo per la collega che sta per diventare mamma? La soluzione più semplice e a portata di tutte le tasche è la Gift Card di TutineNeonato.it. Un regalo sicuramente gradito.

Gli importi per il buono digitale non sono prestabiliti. Sarete voi a scegliere quanto spendere. Il voucher viene spedito per mail al destinatario (nome e indirizzo sono indicati nel form) lo stesso giorno in cui lo compilate oppure nella data che decidete voi. La Gif Card si può acquistare tramite carta di credito o Paypal. Ha validità di un anno. Per saperne di più: https://www.tutineneonato.it/buono-regalo.