Skip to main content
search
Large - arriva la nuova sez baby
Small - sezione bambino
bambino seduto sul vasino senza il pannolino

Uno dei nodi cruciali nella crescita dei nostri bambini è togliere il pannolino. Un momento che la maggior parte di noi aspetta con ansia e già ci si vede con la casa invasa da pozzanghere di pipì e mutandine impiastricciate di pupù. Ma non è affatto detto che lo “spannolinamento” deve per forza essere una tragedia. Spesso ci preoccupiamo in eccesso (siamo mamme per questo!) e invece l’impresa si rivela più semplice del previsto.

Togliere il pannolino è una tappa importante, che si raggiunge in media intorno ai 2 anni di età. Ma, come quasi sempre in questi casi, questa è un’indicazione di massima: ci sono bambini più precoci, che già a 18 mesi dicono addio al pannolino, e altri un po’ più pigri, che arrivano anche a due anni e mezzo o tre. Certo, se si va molto oltre questo termine forse è il caso di farsi dare una mano dal pediatra.

Insomma, il periodo giusto per togliere il pannolino è abbastanza soggettivo e dipende dalla capacità dei piccoli di controllare gli sfinteri e gli stimoli di cacca e pipì. Devono pian piano imparare a riconoscere la necessità di urinare o evacuare: noi adulti diamo per scontato che sia una banalità, ma cerchiamo di calarci nei panni (o nei pannolini) dei nostri cuccioli. Mica facile capire cosa avviene al loro corpo! Ecco quindi che è necessario avere molta pazienza.

Per capire quando è arrivato il momento di togliere il pannolino ci sono alcuni segnali che il bambino inconsapevolmente lancia e che possono dunque incoraggiarci a lanciarci in questa avventura.

La prima cosa da notare è se il piccolo mostra fastidio per il pannolino bagnato. Ormai è abbastanza grandicello per farvelo capire senza possibilità di equivoco. Se da neonato piangeva disperatamente, ora invece ve lo dirà chiaro e tondo che quella cosa bagnata sul culetto è veramente una noia.

Altro elemento da valutare è se al mattino trovate il pannolino asciutto o quasi. Se durante la notte vostro figlio ha urinato poco o addirittura niente, potrebbe essere pronto per il vasino. La stessa cosa vale dopo le 2-3 ore di pisolino pomeridiano.

Un bambino interessato al bagno potrebbe lasciare più facilmente il pannolino. Per far questo portatelo con voi e, già dai 18 mesi, mettete un vasino accanto al water. Quando voi siete sedute, invitate il piccolo a fare come voi: lo spirito di emulazione è potentissimo nei bambini. Il vasino però non va considerato un gioco, quindi non deve uscire dal bagno e portato in giro per casa: cercate di farglielo capire con dolcezza, ma anche con fermezza.

Un bimbo pronto a togliere il pannolino si siede volentieri sul vasino e ci rimane anche per 5-10 minuti consecutivamente. Se poi si dimostra orgoglioso quando riesce a farci dentro qualche bisognino o se vi chiede di essere portato in bagno, dimostrando di sapere controllare gli sfinteri, la strada è quella giusta.

Per dare i consigli giusti ed elencare le tappe per lo “spannolinamento” ci vorrebbero altri 15 post! Oggi ci limitiamo a capire i segnali che potrebbero indicare che vostro figlio è pronto: nei prossimi giorni torneremo sull’argomento.