Il mio piccolo ha una colica in corso: e ora che faccio?

primo piano di bambino che piange
Colipax Integratore alimentare ai fiori di camomilla e ai fiori di melissa

Sembra una serata tranquilla, il piccolino si è addormentato, la casa è silenziosa e voi e il partner già state pregustando un film alla tv. Quando, all’improvviso, un pianto straziante sconvolge la quiete appena conquistata. Il piccolo sembra disperato, inconsolabile. Con tutta probabilità c’è una colica in corso: e ora che faccio?, vi chiederete angosciate quanto lui.

I mal di pancia dei neonati sono un problema piuttosto diffuso: in Italia, un piccino su tre è colpito da questi dolorosi passaggi di aria. Di solito, il disturbo è tipico nei primi tre mesi di vita, poi tende ad andare via, e si presenta nelle ore serali, anche dopo una giornata tranquillissima.

Il pianto violento è il primo segnale di una colica e, in genere, è quello che manda nel pallone più totale i genitori, presi alla sprovvista soprattutto all’inizio. Il bambino poi diventa rosso in viso, è agitato e tende a piegare le gambe verso l’addome.

E ora che facciamo?”. Sarà la prima domanda che voi e il vostro compagno vi porrete, presi da sconforto e smarrimento. Innanzitutto, mantenete la calma e cercate di consolare il vostro cucciolo: coccolatelo, adagiatelo sull’avambraccio o sul petto. Oppure piegate le gambine verso la pancia, in modo da favorire l’eliminazione dell’aria. Se l’orario lo consente, uscite per una passeggiata: il cambiamento di ambiente lo aiuterà.

Le cause ella colica possono essere tante: motivi fisiologici, come l’eccessiva produzione di gas; un’intolleranza al lattosio e allergie alimentari; fattori psicologici, come il rapporto tra madre e bambino e l’ansia materna. Tra i possibili responsabili, recenti studi hanno indicato anche il fumo passivo, i farmaci assunti dalla mamma durante la gravidanza e il basso peso alla nascita.

Una buona notizia arriva dalla ricerca scientifica. I probiotici hanno un effetto decisamente positivo contro le coliche. In particolare, il Lactobacillus reuteri si è dimostrato molto efficace: la colica dura di meno e il bimbo smette di piangere più in fretta. Chiedete al vostro pediatra.

E infine ricordate: i bambini allattati al seno sono meno soggetti ai mal di pancia. Un buon motivo in più per favorire questa pratica di grande amore.

Entero 4 Flor Integratore alimentare di fermenti lattici attivi