Skip to main content
iMamma Shop search
bambina con un cerotto dopo il vaccino
iMamma - L'app per i genitori
iMamma
L'app per i genitori

Vaccino anti Covid ai bambini: tutto pronto! Domani è il suo giorno! In alcune regioni sono già partite le prenotazioni, mentre il Lazio ha fatto anche oltre: dal pomeriggio di oggi inizieranno le prime somministrazioni con un V-Day all’ospedale Spallanzani e in altri hub vaccinali. Insomma, è arrivato il momento dei più piccini. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e, se possibile, fugare qualche timore. Perché lo sappiamo, mamme: un po’ di paura l’abbiamo sicuramente tutte. Il virus però deve spaventarci di più. 

 Vaccino Covid bambini: a che età si può fare 

La platea dei bambini che da domani possono essere vaccinati è quella tra i 5 e gli 11 anni. I ragazzi dai 12 anni in su possono già riceverlo da parecchi mesi. 

Quante dosi si fanno di vaccino anti Covid ai bambini 

La profilassi prevede 2 dosi a distanza di 21 giorni l’una dall’altra. 

Quale vaccino anti Covid viene fatto ai bambini 

Il vaccino utilizzato per i bambini è quello prodotto da Pfizer Biontech. La somministrazione pediatrica ha ricevuto il via libera prima dall’Agenzia europea del farmaco (EMA) e poi dall’Agenzia italiana del farmaco (AIFA). In Italia, ne saranno distribuite un milione e mezzo di dosi. 

Il principio attivo di questo vaccino è uguale a quello per gli adulti (mRna), ma la quantità necessaria è un terzo di quella dei grandi. 

Chi può fare il vaccino anti Covid

Praticamente tutti i piccoli possono vaccinarsi. La priorità viene data soprattutto a coloro che hanno un’elevata vulnerabilità o che convivono con soggetti immunodepressi o che potrebbero avere gravi complicanze se si ammalassero di Covid. 

Anche i bimbi che sono stati contagiati dal virus dovrebbero vaccinarsi perché da alcuni studi è emerso che gli anticorpi non sono sufficienti a proteggere a lungo i piccoli. Per poter accedere alla vaccinazione i sintomi devono essere scomparsi. Se ne fa una sola dose entro i 6 mesi dalla guarigione, 2 dosi invece se è trascorso più tempo.

Controindicazioni al vaccino Covid bambini 

Le controindicazioni alla vaccinazione pediatrica contro il Coronavirus sono davvero pochissime. Non possono farlo i bambini che stanno facendo chemioterapia o altri trattamenti per alcuni tipi di tumori. Ovviamente i medici sapranno indirizzare le famiglie al meglio. 

Inoltre, non può esservi sottoposto chi è allergico al polietilenglicole, o PEG, un componente del vaccino che però si trova in moltissimi altri prodotti come saponi, shampoo, dentifricio, solventi.

Vaccino anti Covid ai bambini e Green pass

La vaccinazione in età pediatrica non serve ad ottenere la certificazione verde che dà la possibilità di accedere a vari luoghi o servizi. Sotto i 12 anni infatti il Green pass non è obbligatorio. 

Effetti collaterali del vaccino anti Covid ai bambini 

Gli studi condotti sinora hanno dimostrato che le possibili reazioni avverse al vaccino anti Covid nei bambini sono di lieve entità, si risolvono in un paio di giorni e comprendono: 

  • dolore, rossore e gonfiore nel punto dov’è stata effettuata l’iniezione. 
  • Malessere.
  • Mal di testa. 
  • Febbre. 
  • Dolori muscolari. 
  • Nausea. 

La miocardite, un’infiammazione del cuore, sarebbe rara e non particolarmente forte. 

Perché vaccinare i bambini contro il Covid 

Chi è un po’ scettico nei confronti della vaccinazione potrebbe obiettare che il Coronavirus non colpisce i bambini allo stesso modo degli adulti, che è meno diffuso e meno virulento. All’inizio, quando di questo virus non si sapeva molto, in effetti sembrava che i più piccini fossero un tantino “snobbati” dal Covid: non si registravano infatti molti casi. Oggi purtroppo non si può dire la stessa cosa. 

La circolazione del virus in età pediatrica è in progressivo aumento nelle utile settimane: secondo gli esperti, l’incidenza è piuttosto alta, 200 casi ogni 100.000 bambini. Ciò è dovuto al fatto tra l’altro che la variante Delta, ormai predominante nel nostro Paese, è estremamente contagiosa. E non è vero che i bambini non vengono ricoverati: molti finiscono in ospedale (6 su 1.000), anche in terapia intensiva nei casi più gravi (1 su 7.000). E qualcuno purtroppo ha perso anche la vita. 

Inoltre, dire che i piccoli trasmettono meno la malattia perché hanno una bassa carica virale è sbagliato. Se non si vaccinano, il virus infatti continuerà a rimanere in giro in un circolo senza fine. 

Il vaccino anti Covid per i bambini è sicuro?

Questa è una domanda che ciascuna mamma con un figlio in età vaccinabile si è fatta almeno una volta. Le autorità sanitarie però continuano a rassicurare: il vaccino è sicuro. Ovviamente si tratta comunque di un farmaco e, in quanto tale, non è esente da rischi, allo stesso modo del paracetamolo o dell’ibuprofene che diamo per la febbre, né più né meno. 

Negli Stati Uniti, sono stati già immunizzati oltre 3 milioni di bambini e gli effetti collaterali sono stati quasi sempre leggeri. Il rischio va sempre valutato in rapporto agli eventuali benefici che, da quanto emerso finora, sono superiori. Il vaccino garantirebbe una protezione del 91%. 

Vaccino anti Covid e altre vaccinazioni

Secondo gli esperti, non c’è alcun problema alla somministrazione contemporanea del vaccino contro il Covid e gli altri che i nostri bimbi devono fare secondo il calendario vaccinale. La stessa cosa vale anche per l’antinfluenzale, se decidete di farlo. 

L’unica accortezza riguarda quello contro morbillo, rosolia, parotite e varicella: va fatto 14 giorni prima o 14 giorni dopo il vaccino anti Covid.