Skip to main content
search
Large - sezione Bambino
Small - sezione bambino
culla con giostrina

Leggendo il titolo del post forse vi starete chiedendo: “Ma come, non ho neanche iniziato a comprare tutto quello che mi serve per il bambino e già devo pensare a come disfarmene?”. Beh diciamo che vi accorgerete presto di come alcuni oggetti, abitini, giochi abbiano davvero vita brevissima nei primi mesi di un neonato e di come siano altrettanto indispensabili. Quindi, a meno che non abbiate già fatto ricorso al “me lo presta la cugina, la sorella, la zia”, o non siate alla ricerca di un altro bambino nel prossimo futuro, ecco alcuni consigli su come rivendere, riciclare, regalare o risparmiare.

La prima cosa che vi verrà in mente quando il piccolo inizierà a crescere e vi troverete con l’ingombro della culla (dove non entra più) o dei “bodini” minuscoli dove non riesce più neanche a mettere un braccio, sarà: e adesso dove li metto? Le soluzioni sono tante.

Si va dalle ormai numerosissime community online che hanno anche sezioni dedicate ai genitori che vogliono vendere o acquistare oggetti usati, ma in buone condizioni e dove le mamme e i papà postano le foto degli oggetti, a volte anche in regalo, solo per liberare casa. E si arriva ai siti di annunci online, alcuni gratuiti, altri con dei piccoli “oboli” da pagare in caso di vendita.

Queste le modalità tradizionali. E in questi casi il consiglio principale è di fare tante foto, dare una descrizione molto dettagliata di cosa si vuole vendere, assicurarsi che l’oggetto in questione (passeggino, culla, vestiti, giocattoli, sterilizzatore, etc) sia in buone condizioni e infine cercare di trovare un acquirente nella propria zona/città per evitare i costi aggiuntivi della spedizione.

E se invece volessimo provare qualcosa di diverso? Oltre ai mercatini e ai negozi dedicati agli oggetti di seconda mano dove poter lasciare quello di cui volete disfarvi “in conto vendita” (cioè senza ricevere un pagamento se non quando effettivamente verrà venduto), un’alternativa da valutare è quella di buttarsi nel “mercato dei pezzi di ricambio”.

Se vendere un passeggino intero può essere difficile, per il costo, ma anche per la diffidenza di chi vuole avere un oggetto nuovo per il piccino, sono tanti i genitori che cercano un pezzo per sostituire quello rotto. E a volte i pezzi di ricambio nuovi e originali costano davvero tanto.

Perché allora non mettere in vendita una coppia di ruote, una cappottina, un telo anti-zanzare, la pedana per il secondo figlio. Potreste scoprire che così la cifra totale raccolta si avvicinerà o supererà per esempio quella del passeggino. Allora via libera allo shopping nelle due direzioni!