Seggiolino per la macchina: dal 1° gennaio scattano nuove regole

seggiolino per la macchina

Se tra i prossimi acquisti che avete in programma c’è il seggiolino per la macchina, questo articolo è proprio per voi. Dal 1° gennaio scattano le nuove regole che sono più stringenti di quelle attuali e, soprattutto, prevedono multe belle salate e ritiro di patente. E, considerato che parliamo della sicurezza dei vostri bambini, forse è meglio adeguarsi in fretta.

Il seggiolino per la macchina è obbligatorio sempre. Quando uscirete dall’ospedale con la vostra creatura, non pensate neanche lontanamente di andare a casa con la navetta: l’ovetto è ciò che vi serve. E man mano che il vostro bambino diventa grande dovrete adattare la seduta alla sua crescita. Fino ad un metro e mezzo di altezza e 36 chili. Vi sembra troppo? Sappiate che, nel 2015, sono stati 40 i bambini e i ragazzi da 0 a 14 anni morti sulle strade italiane. (fonte: Altroconsumo).

L’obbligo del seggiolino per la macchina è stabilito dall’articolo 172 del Codice della Strada. La norma dice che i piccoli “di statura inferiore a 1,50 m devono essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, adeguato al loro peso, di tipo omologato secondo le normative stabilite dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, conformemente ai regolamenti della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite o alle equivalenti direttive comunitarie”.

La nuova modifica riguarda proprio le indicazioni del ministero, in particolare le normative R44/04 e R129. Sono quelle che indicano i parametri per la scelta del seggiolino in base a peso e altezza.

Le regole attualmente in vigore, codificate dal Codice della Strada e da leggi comunitarie, prevedono l’uso di un seggiolino per la macchina fino ai 36 chili di peso. Dopo i 18 chili è consentito però l’impiego di adattatori, cioè i cuscini con i braccioli. Sono i rialzi che permettono di usare la cintura di sicurezza.

E qui arriva la novità più sostanziale. Dal 1° gennaio, con la direttiva ECE R44-04, il rialzo dovrà obbligatoriamente avere lo schienale per garantire ancora più sicurezza in caso di incidenti. Se avete già un riduttore di questo genere, magari quello del vostro figlio più grande o preso in prestito da vostra cognata, potete cominciare a buttarlo.

E c’è di più. Dalla prossima estate i rialzi sprovvisti di schienale non potranno neanche essere venduti.

Altra novità. Non sarà più obbligatorio il sistema Isofix per i seggiolini per bimbi da un metro a un metro e mezzo. Insomma, potrete scegliere la modalità di installazione che preferite.

E veniamo alle sanzioni. Chi non si adegua e non monta il corretto seggiolino per la macchina o non utilizza la cintura di sicurezza va incontro a multe da 80 a 323 euro. E fate attenzione: al conducente che prende due multe in due anni per violazione dell’obbligo di dotarsi di seggiolino verrà sospesa la patente per un periodo da 15 giorni a 2 mesi. Detto tra noi: ne vale la pena?

34 I like it
29 I don't like it