Lista nascita primaverile, cosa acquistare

lista nascita primaverile

Data presunta parto tra il 21 marzo e il 21 giugno? Che bello! Non manca molto per avere il vostro cucciolino tra le braccia! Quello di cui avete bisogno è una fantastica lista nascita primaverile. Il momento è perfetto: la gravidanza è ormai a buon punto, il pancione cresce e avete qualche mese per potervi occupare dei preparativi per il lieto evento. Cosa vi occorre? Solo qualche buon consiglio per fare gli acquisti giusti. E iMamma è qui anche per questo. 

La lista nascita primaverile

Non fa ancora molto caldo, ma le temperature primaverili possono essere veramente piacevoli. Escludendo marzo che è il mese “pazzo” per antonomasia e quindi può ancora riservare qualche sorpresa antipatica come un acquazzone improvviso, a seconda di dove si vive la primavera è il periodo più gradevole dell’anno. 

Rispetto alla lista nascita invernale, i tessuti possono quindi alleggerirsi un po’ e non c’è bisogno di imbacuccare il neonato per uscire da casa. Certo, la vecchia strategia di vestire anche i bambini “a cipolla”, con più strati di abiti, è sempre vincente, perché il tempo potrebbe non essere ancora del tutto stabile. Se fate un giro al parco e vi accorgete che suda sotto al sole, ci vuole un attimo a togliere uno o più indumenti. 

Per quanto riguarda i tessuti, la ciniglia va ancora bene nel primo scorcio di primavera, soprattutto nelle regioni più settentrionali e in particolare la notte, quando il termometro va ancora un po’ giù. Man mano però che l’estate si avvicina, anche i piccolini si vestono in modo più leggero: via libera quindi al cotone!

E ora passiamo a creare la vostra lista nascita!

Lista nascita primaverile: abbigliamento 

Il consiglio principale è uguale per qualunque lista nascita fatta in qualunque periodo dell’anno: cercate di tenere a freno l’entusiasmo e non esagerate con gli acquisti. Innanzitutto perché molte cose vi saranno regalate, ma anche per il fatto che la crescita dei neonati nei primi mesi è molto veloce. Il rischio è quindi di non fare a tempo a usare i vestitini che già dovete passare alla taglia successiva. 

Un capo indispensabile per i piccini sono i body. Sono molto utili perché proteggono dal freddo, dai colpi d’aria o dagli sbalzi di temperatura. In primavera si può passare da quelli a manica lunga (sono anche un tantino scomodi da far indossare) alla manica corta. Sceglieteli in cotone e ricordate di evitare le fibre sintetiche: non fanno respirare bene la pelle delicatissima dei neonati. In fatto di comodità, i body aperti davanti non hanno eguali. 

Spazio poi alle tutine, intere o spezzate che siano poco importa: per diversi mesi saranno l’indumento principale dell’outfit dei vostri cuccioli. Anche in questo caso il tessuto migliore è il cotone. Soprattutto dopo aprile e nelle regioni più miti, il caldo cotone potrebbe risultare un po’ troppo pesante. Sudare contribuisce spesso a far venire un bel raffreddore. 

Se vi piacciono le tutine spezzate, che quindi lasciano i piedini scoperti, completate il tutto con un paio di scarpe di cotone. Sono leggere e pratiche, tanto non servono per camminare, ma più come accessorio simpatico. Usate sempre dei calzini sotto. Se poi il bimbo sente caldo, potete lasciarlo solo con questi, togliendo invece le scarpine. 

Suggerimento trendy per mamme che amano il fashion: avete mai notato quanto belli sono i neonati con la felpa? Dei veri rubacuori! Potete accoppiarla ad un pantalone di tuta oppure ad un morbido jeans. Irresistibile.

Lista nascita primaverile: acquisti per la nanna

Con l’arrivo della stagione più temperata, anche il lettino va ovviamente alleggerito. Per l’inverno vi avevamo suggerito dei prodotti pesanti, che facessero stare al calduccio i bimbi durante il sonno. Ora per esempio le lenzuola di cotone si useranno al posto di quelle di flanella, che riscaldano molto di più. In commercio ci sono dei bellissimi completi che prevedono lenzuolo di sotto (preferitelo con gli angoli), lenzuolo di sopra e federa. Quest’ultima non vi serve: nei primi mesi il cuscino non occorre. 

Il piumone, dolce compagno di notti fredde, può essere sostituito ora da una coperta. Un materiale molto confortevole e caldo al punto giusto è la mussola, che deriva sempre dal cotone. Se vi sembra che non riscaldi abbastanza, ripiegatela su se stessa, in modo da garantire più tepore. Anche in ospedale probabilmente vi chiederanno di portarne una per il parto. Informatevi sulla temperatura del reparto, così da scegliere il tessuto più adatto. 

Una buona alternativa a piumini e coperte è il sacco nanna dentro cui mettere il bambino a dormire. È molto utile in particolare se ha l’abitudine di muoversi molto durante il sonno e perciò di scoprirsi. Per la primavera, soprattutto inoltrata, non deve essere eccessivamente imbottito. Cercate il modello giusto. 

Lista nascita primaverile: prodotti per le passeggiate

Noi lo diciamo sempre: i bimbi devono star fuori anche in inverno perché il freddo non li fa ammalare. Giusto. Ma quanto meglio è poter uscire col sole, gli alberi che si riempiono di foglie e i prati in fiore? Decisamente un’altra cosa! Quindi, per i bimbi in arrivo in primavera ci vogliono anche gli acquisti giusti per andare a spasso con mamma e papà. 

Partiamo dal passeggino leggero. Grazie all’utilizzo di comodi riduttori, i modelli più moderni possono essere utilizzati quasi fin dalla nascita senza correre il rischio di provocare danni alla schiena. Il valore fondamentale di questi prodotti è che si chiudono e piegano con una facilità incredibile, prendendo pochissimo spazio nel bagagliaio della macchina. Parecchi gli optional a disposizione. 

Uno degli elementi che non devono proprio mancare è la rete anti insetti. Con il tepore della primavera si risvegliano anche mosche, zanzare, api e moscerini. Le zanzariere diventano quindi importanti per evitare che il bambino venga disturbato dagli insetti durante un pisolino mentre siete a spasso. Ma a prescindere da questo è sempre una protezione in più.

L’altro accessorio fondamentale è il parapioggia, quella sorta di telo impermeabile che, posto sul passeggino, copre il bimbo evitando che si bagni. E considerato che in primavera può sempre succedere che improvvisamente si metta a piovere meglio tenersi pronte. Non tutti i passeggini ce l’hanno in dotazione, quindi cercate un modello universale da poter utilizzare sul vostro. Buona passeggiata!

Lista nascita primaverile: i prodotti per la mamma in ospedale 

L’ultimo punto lo vogliamo dedicare alla valigia per il parto di voi mamme. Come sapete, ogni ospedale fornisce una lista di cosa occorre e anche in quel caso alcuni prodotti cambiano a seconda della stagione. Ad esempio, i tessuti sono diversi tra inverno ed estate, esattamente come per i bimbetti. 

Un esempio per tutti: la camicia da notte. Nella maggior parte dei casi vengono preferiti i modelli aperti davanti. Sono più pratici da diversi punti di vista, ad esempio per consentire ai medici di visitarvi e per allattare comodamente. Il cotone è il tessuto migliore per il periodo primaverile. Dovete solo decidere se prendere camice da notte a maniche lunghe o corte: dipende da voi, ma anche dall’ospedale (informatevi sul riscaldamento). 

Anche la vestaglia non deve essere eccessivamente pesante. Vi servirà per muovervi in corridoio o, se siete già in grado di alzarvi, per accogliere i parenti in visita (ovviamente Covid permettendo). Ci sono vari modelli (ad esempio abbottonati o semplicemente con la cintura) e tessuti. Se volete essere un tantino più chic, cercate una vestaglia abbinata alla camicia da notte.

Per il ricovero per il parto non potete assolutamente fare a meno delle pantofole. Per le infradito o le ciabatte di gomma è ancora un po’ prestino. Oltretutto non sono poi così indicate. Vero è che non occorre essere eleganti (siete sempre in ospedale), però le pantofole classiche sono un po’ più adatte. Sbizzarritevi con le fantasie e i materiali. E non dimenticate i calzini. Corti e di cotone andranno benissimo.