Skip to main content
iMamma Shop search
Mamma che allatta su cuscino allattamento
iMamma - L'app per i genitori
iMamma
L'app per i genitori

Uno dei segreti per la buona riuscita dell’allattamento è la comodità: a questo proposito, un valido alleato di mamme, papà e neonati è sicuramente il cuscino per allattamento, un supporto comodo e semplice grazie al quale grandi e piccini potranno godersi dolci momenti di pappe e riposo! Vediamo in questo articolo cos’è e come si usa un cuscino allattamento, i suoi benefici e alcune tipologie presenti sul mercato.

Cos’è il cuscino allattamento

Il cuscino allattamento è un morbido sostegno che aiuta e facilita la posizione ideale per l’allattamento al seno o con biberon: questo lo rende quindi perfetto non solo per le mamme, ma anche per i partner che desiderano nutrire il proprio bambino favorendo la creazione di un legame speciale.

Il cuscino allattamento, se ben posizionato, sorregge la testa del piccolo facilitando la suzione al seno o al biberon, permettendo così alla mamma o a chi in quel momento dà il latte, di mantenere una postura confortevole, evitando dolori alla schiena, alle spalle o al collo. Un buon cuscino allattamento, dunque, rende sicuramente più facile la vita ai neogenitori!

Com’è fatto un cuscino allattamento

Il cuscino allattamento presenta una forma a mezzaluna, pensata per agevolare il corretto posizionamento del neonato durante la poppata. Il rivestimento esterno è solitamente realizzato in cotone o bambù, mentre l’imbottitura interna generalmente è in fibra di poliestere siliconata, perfetta per conferire al cuscino allattamento morbidezza e versatilità in base all’uso.

In commercio sono tuttavia presenti anche cuscini allattamento con imbottitura in materiali naturali come la pula di farro o di miglio o la fibra di bambù. Di solito, sia la federa che l’imbottitura sono lavabili in lavatrice.

Oltre al noto cuscino allattamento dalla classica forma a mezzaluna, esistono anche cuscini per l’allattamento gemellare: in questo caso il cuscino presenterà due alloggiamenti per posizionare entrambi i neonati.

Cuscino allattamento: come si usa?

Usare correttamente il cuscino allattamento non è difficile e vedremo fra poco due posizioni allattamento con cuscino. C’è da sapere che questo prodotto non si limita ad aiutare i neogenitori nella nutrizione del piccolo, ma può essere utilizzato anche quando il bimbo comincia a crescere, ad esempio per il tummy time o come supporto alla schiena quando inizia a stare seduto da solo.

Posizioni per allattare con il cuscino

Vediamo insieme due delle posizioni classiche per sfruttare il cuscino allattamento:

  • la prima è quella in cui il cuscino viene sistemato lateralmente e poggiato sulle gambe di chi lo usa, in modo che fasci il corpo e permetta di adagiare il piccolo;
  • la seconda prevede di posizionare il cuscino allattamento frontalmente e sistemare il neonato disteso e con la testa rivolta verso il seno o il biberon.

Come usare il cuscino allattamento per dormire?

Il cuscino allattamento è uno strumento assolutamente versatile e può essere utilizzato dalle mamme in dolce attesa per dormire bene, soprattutto quando il pancione cresce e comincia a diventare pesante! Ma come si usa il cuscino allattamento per dormire?

In realtà, potreste acquistare anche un cuscino gravidanza, che somiglia in tutto e per tutto a quello di cui stiamo parlando, anche se in genere è più lungo. La forma di questi cuscini consente alla mamma di riposare in posizione semi-fetale, altamente raccomandata da ostetriche e ginecologi soprattutto nella fase finale della gravidanza: mettetevi sul fianco sinistro, “abbracciate” il cuscino con le gambe in modo da distribuirvi il peso, posizionatevi sopra la testa e il pancione e passerete notti serene!

I neonati possono dormire sul cuscino allattamento?

Per prevenire il rischio della morte in culla, la raccomandazione fondamentale per il sonno dei neonati è farli dormire su superfici piane e semi-rigide, prive di qualunque oggetto non necessario. Se però per esempio il cuscino allattamento vi serve come riduttore nel lettino, per una nanna in sicurezza del neonato, utilizzatelo avendo estrema cura di posizionarlo in modo tale da lasciare libero lo spazio intorno alla testa e al viso del piccolo.

E se il bimbo si addormenta durante la poppata? È decisamente più prudente spostarlo nella sua culla. Se si tratta di un breve pisolino potreste lasciarlo nel cuscino, ma non allontanatevi. E soprattutto non addormentatevi anche voi!

Come scegliere il miglior cuscino allattamento?

Ma quali sono i criteri da valutare e da tener presenti quando è il momento di scegliere il miglior cuscino allattamento? Vediamo insieme quali proprietà è opportuno considerare per una scelta consapevole e serena:

  • valutate la consistenza e la dimensione: in base alle vostre caratteristiche fisiche e necessità, il cuscino allattamento giusto è quello che conferisce comodità al momento della poppata, senza dover curvare la schiena, garantendo un sostegno adeguato;
  • prestate attenzione ai materiali: imbottitura e federa del cuscino allattamento devono essere realizzate in materiale anallergico e traspirante, in modo tale da impedire una sudorazione eccessiva a genitore e neonato;
  • è consigliato un cuscino allattamento sfoderabile: la lavabilità del cuscino allattamento è infatti una caratteristica importante affinché risulti davvero pratico in tutti i sensi. Avere un cuscino allattamento sfoderabile vi consentirà inoltre di fare scorta di federe di ricambio, in modo tale da non restare mai senza;
  • valutate, infine, il rapporto qualità-prezzo: un buon cuscino allattamento, che garantisca sicurezza e sia duraturo, è fatto con materiali di ottima qualità. Il consiglio è di leggere sempre con attenzione di cosa è composto il cuscino allattamento così da prendere la decisione migliore per il suo acquisto. Il prezzo varia a seconda della sua grandezza, del materiale e delle peculiarità di cui abbiamo parlato.

iMamma consiglia: 3 modelli di cuscino allattamento

Vediamo insieme alcuni modelli di cuscino allattamento presenti in commercio, le loro caratteristiche e differenze così da potervi aiutare con una piccola guida alla scelta!

Boppy Hello Baby

Il cuscino allattamento Hello Baby di Boppy è consigliato dalle ostetriche italiane. Ha la forma ergonomica che si adatta al corpo della mamma, cosa che consente di mantenere la posizione e il supporto necessari alla buona riuscita dell’allattamento. Sia la fodera che il cuscino sono lavabili.

Giordani Almohadilla nuca cervical

Cuscino allattamento morbido, pratico ed ergonomico, favorisce un allattamento senza sforzi, alleggerisce pesi e tensioni muscolari, si adatta perfettamente al corpo della mamma e ai movimenti del piccolo. Almohadilla nuca cervical di Giordani ha anche un altro innegabile punto do forza: il prezzo competitivo.

Boppy Anywhere

Il pregio di questo prodotto sta tutto nel suo nome: Anywhere, che significa ovunque. Si tratta infatti di un cuscino allattamento molto compatto, ottimo per allattare durante i vostri viaggi con i piccoli. Questo cuscino di Boppy ha una cintura in tessuto elastico per adattarsi al girovita di chi lo usa.