Seggiolini anti abbandono, da domani legge in vigore

seggiolini anti abbandono
article_banner – 13@2x

La fatidica data è domani, 7 novembre: la legge sui seggiolini anti abbandono entra ufficialmente in vigore. La legge sarà operativa subito. Se non si è in regola, si andrà incontro alle sanzioni previste dalla normativa. 

A questo punto vediamo in dettaglio cosa prevede il decreto attuativo dell’ormai famosa legge 1° ottobre 2018 n.117.

Seggiolini anti abbandono, cosa dice la legge

La legge n.117 è stata approvata più di un anno fa, ma una serie di intoppi burocratici ne hanno ritardato l’entrata in vigore. Il testo definitivo, completo del decreto attuativo che mancava, è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il 23 ottobre. Passate due settimane, da domani le regole vanno seguite. 

La legge contiene delle modifiche all’articolo 172 del Codice della Strada e introduce l’obbligo di installare degli appositi dispositivi per scongiurare il pericolo di dimenticare i piccoli in macchina. L’obbligo vale per tutti i bambini fino ai 4 anni di età. Il regolamento di attuazione della legge spiega in dettaglio quali caratteristiche tecniche devono avere i seggiolini anti abbandono.

Seggiolini anti abbandono: le sanzioni

Per chi non si adegua alla legge, le sanzioni prevedono multe da 81 a 326 euro e, in caso di recidiva in meno di due anni, la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi. 

article_banner – 11@2x

Quali sistemi anti abbandono sono permessi

L’articolo 3 del regolamento attuativo della legge 117 specifica che i dispositivi consentiti sono di tre tipologie: 

1- integrato nel seggiolino auto;
2- dotazione di base o optional della macchina, compresi nel fascicolo di omologazione del veicolo;
3- indipendente sia dal seggiolino che dall’auto. 

In altre parole è possibile acquistare un seggiolino col sistema già integrato o un dispositivo che si colloca (come un cuscinetto) sotto al seggiolino (QUI un modello che coniuga le due possibilità). In alternativa ci sono le auto che già hanno questo sistema oppure in cui si può aggiungere come accessorio.   

Caratteristiche tecniche dei seggiolini anti abbandono

Nulla è lasciato al caso. La legge infatti indica con precisione quelle che devono essere le caratteristiche indispensabili dei sistemi anti abbandono. Il dispositivo: 

  • deve segnalare  al conducente che il bambino è ancora in macchina.
  • Deve attivarsi automaticamente ad ogni utilizzo, senza particolari azioni di chi guida.
  • Deve dare un segnale di conferma dell’attivazione da parte del conducente.
  • Se si attiva un segnale di allarme, questo deve attirare l’attenzione del genitore attraverso segnali visivi e acustici o visivi e aptici (tattili), percepibili all’interno e all’esterno della macchina.
  • Deve attivare il sistema di comunicazione automatico per l’invio di messaggi o chiamate.
  • Se è alimentato a batteria deve segnalare al conducente i bassi livelli di carica. 

Obblighi per i costruttori di seggiolini anti abbandono

I dispositivi devono avere particolari peculiarità anche dal punto di vista della loro costruzione. Innanzitutto devono basarsi su sistemi elettronici intelligenti e dotati di sensori. Inoltre, nell’interazione con l’auto o con il sistema di ritenuta, non devono assolutamente modificarne le caratteristiche di omologazione.

È chiaro quindi che i produttori devono mettere sul mercato prodotti che seguano questi obblighi e devono fornire tutta la documentazione che attesti che il dispositivo è in regola con le prescrizioni di legge (dichiarazione di conformità). 

article_banner – 13@2x
2 I like it
0 I don't like it