Bonus mamme domani 2019, ancora nessuna novità

Bonus mamme domani
article_banner – 11@2x-2

Sono moltissime le mamme in attesa che, in questo periodo, si stanno chiedendo che cosa succederà al Bonus mamme domani nel 2109, il premio alla nascita di 800 euro che, fino a quest’anno, è stato dato alle coppie che hanno avuto un bimbo o che comunque lo avranno entro il 31 dicembre. Al momento non se ne sa ancora nulla e si ventila anche l’ipotesi che questo sostegno alle famiglie possa scomparire il prossimo anno. E non è l’unico.

Fino ad oggi, nel testo della Legge di Bilancio che programma le spese del governo per l’anno venturo, non c’è nessun accenno esplicito al Bonus mamme domani 2019 e neppure al Bonus asilo nido, che prevede un sostegno di mille euro a chi decide di iscrivere il proprio bambino al nido (per un approfondimento leggete QUI). Entrambe le misure sembrano essere destinate a sparire. L’unica che pare rimanere – seppur con qualche modifica sostanziale – è il Bonus bebè.

Ma non è detto che non ci siano speranze: con il passaggio della manovra al Parlamento potrebbero essere inseriti degli emendamenti specifici che potrebbero prorogare ulteriormente questi sostegni economici che danno una boccata di ossigeno alle famiglie. Per saperlo bisognerà aspettare le prossime settimane o comunque la fine del 2018: la Legge di Bilancio viene approvata in via definitiva a dicembre.

Per supportare la natalità, finora dal governo è arrivata solamente un’idea: il bonus terzo figlio. Una misura particolare che, a dirla tutta, fa anche un po’ sorridere. Se tra il 2019 e il 2021 metterete al mondo il vostro terzo pargolo, vi verrà dato in concessione per vent’anni un terreno agricolo. Inoltre, potrete accedere ad un mutuo agevolato a tasso zero per comprare la vostra prima casa vicino a questo terreno. Una proposta senz’altro innovativa, ma che crea qualche perplessità.

Variazioni potrebbero invece riguardare il cosiddetto Bonus bebè, ovvero l’assegno di 80 euro mensili corrisposto a chi ha un reddito complessivo di massimo 25.000 euro. Il Bonus dovrebbe essere prorogato almeno per un altro anno, mentre l’importo dovrebbe variare a seconda della fascia di reddito: dal prossimo anno saranno 4 le soglie previste dal governo. In ogni caso, per tutti i dettagli sulle novità del Bonus bebè potete leggere QUI.

Sia il Bonus mamme domani che quello per l’asilo nido hanno come scadenza il 31 dicembre 2018 e, come detto, attualmente nessuno ha parlato di una proroga per l’anno prossimo. Come ormai probabilmente sapete, la domanda per il Bonus mamme domani va presentata all’Inps al compimento del settimo mese di gravidanza (il settimo mese finisce a 30+4, quindi il certificato del ginecologo deve partire da 30+5). Quindi, chi entra nell’ottavo mese entro il 31 dicembre di quest’anno può richiedere il Bonus e ottenerlo anche se partorisce nel 2019. L’incognita riguarda invece chi per esempio resta incinta alla fine del 2018 e partorirà a 2019 avanzato.

Il Bonus mamme domani è nato su iniziativa del governo Renzi nel 2016 ed è stato inserito per la prima volta nella Legge di Bilancio per il 2107. Poi è stato riconfermato anche per il 2018. Gli 800 euro, erogati dall’Inps, vengono dati alle coppie – indipendentemente dal loro reddito – per sostenere parte delle spese che si devono affrontare per l’arrivo di un neonato. Ma a partire dal prossimo anno probabilmente non potremo più contarci. Staremo a vedere e ovviamente noi vi aggiorneremo su qualsiasi novità.

article_banner – 12@2x-2
4 I like it
1 I don't like it