Neonati, ecco i 10 principali falsi miti sui più piccoli

neonati
article_banner – 13@2x

Quante volte vi siete sentiti dire: attenti non fate questo, fate quest’altro, non comportatevi così ma cosà. Sono i famosi consigli non richiesti pre e post-parto che un po’ tutte le mamme si sono sentite ripetere più volte da parenti e amici e che si basano su tanti falsi miti sui neonati duri a morire e che sono tipici della cultura occidentale. Ecco i 10 principali miti da sfatare e su cui mettere i puntini sulle “i”.

  1. Non farlo uscire se fa freddo. Errore: passeggiare anche in giornate piuttosto rigide fa bene al bambino. Prendere aria fresca e sentirsi cullato dall’andamento del passeggino non può che migliorare il suo umore e favorire un bel sonnellino.
  2. Se allatti al seno, non attaccarlo troppo spesso. Falso. L’allattamento al seno si basa proprio sul principio della richiesta e di assecondare le esigenze naturali del piccolo.
  3. Lascialo piangere. Niente di più sbagliato. Lasciare piangere un neonato, anche molto piccolo, con la convinzione che prima o poi si calmerà da solo è sbagliato, perché provoca uno stress nocivo per il sistema psicofisico, crea angoscia e non raggiunge il risultato auspicato dal genitore.
  4. Non tenerlo troppo in braccio, così lo vizi. Il contatto fisico tra neonati e genitori è essenziale, sia nella prima fase dopo la nascita sia dopo. Il bambino può sentire il distacco, subirne le conseguenze e cadere anche in depressione, rifiutando il cibo o avendo difficoltà a dormire. Nessun bambino diventerà più indipendente perché non lo tenete in braccio.
  5.  Dagli un po’ di zucchero così si calma. Oppure: metti un po’ di zucchero sul ciuccio e vedrai che non piange più. Niente di più errato, sia per l’abitudine poco salutare, sia per la salute dei denti del piccolo, che deve essere salvaguardata dall’inizio, ancor prima che vengano fuori i primi dentini.
  6. Non farlo dormire a letto con te. Ci sono tantissime teorie sul co-sleeping o bed-sharing, il punto di partenza è che voler dormire vicini a mamma e papà non è un vizio dei neonati, ma un bisogno.
  7. I bambini dormono tutta la notte. Falso e soprattutto scorretto. Diffidate da chi dice che il suo bambino dormiva tutta la notte dopo pochissimi mesi dalla nascita. Neppure gli adulti dormono per tutta la notte, ma spesso non si rendono conto di svegliarsi ogni tanto. Il bambino che si sveglia, invece, va nel panico perché si aspetta di trovare accanto a sé mamma e papà.
  8. Ha scambiato il giorno per la notte. In fatto di sonno i miti abbondano, ma anche questo è falso. I neonati si autoregolano e a poco a poco anche questa fase rientrerà, come i risvegli notturni, che sono normali fino ai 3-5 anni.
  9. Se il bimbo ha il raffreddore non deve fare il bagnetto. Il vapore del bagnetto, in un ambiente caldo e confortevole, senza spifferi, può soltanto aiutare il bimbo raffreddato. Basterà asciugarlo bene e coprirlo a dovere, ma non troppo, per evitare che il bagnetto possa avere conseguenze negative.
  10. Non farlo gattonare perché il pavimento è sporco. Gattonare è essenziale per i neonati. L’igiene è importante, ma non sarà il gattonamento a casa a creare questi problemi: basterà pulire più spesso il pavimento, lavare le mani e cambiare i vestitini del piccolo e questo diventerà un falso problema.
article_banner – 11@2x
13 I like it
0 I don't like it