Aurora, test prenatale non invasivo

Aurora

Ogni mamma durante la gravidanza si interroga sullo stato di salute del bebè che porta in grembo. È possibile sapere come si sta sviluppando il feto grazie ai test di screening prenatale, eseguibili fin dalle prime settimane di gestazione.

In particolare, Aurora è un test di screening prenatale che può essere effettuato già dalla decima settimana di gravidanza ed è in grado di identificare le più frequenti trisomie (18, 13, 21) così come le anomalie dei cromosomi sessuali, degli altri cromosomi e le microdelezioni. In particolare, il test prenatale Aurora raggiunge un grado di attendibilità superiore al 99,9% nella rilevazione della trisomia 21, responsabile della sindrome di Down. Permette inoltre di identificare il sesso del nascituro.

Aurora, non essendo un esame invasivo, è completamente sicuro sia per la mamma che per il feto. 

Il test viene eseguito prelevando un campione di sangue materno all’interno del quale sono presenti frammenti di DNA fetale. Proprio dall’analisi di questi frammenti, ottenuta tramite sequenziamento massivo parallelo di ultima generazione, è possibile individuare l’eventuale presenza di alterazioni nell’assetto cromosomico del feto.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO:

Aurora il test prenatale non invasivo from Sorgente staminali on Vimeo.

Aurora è un esame di screening prenatale non invasivo:

  • SICURO perché basta un semplice prelievo di sangue materno (viene analizzato il DNA fetale libero circolante nel sangue materno);
  • AFFIDABILE perché ha una specificità superiore al 99.9% per le trisomie più frequenti, ovvero Trisomia 21, 18 e 13;
  • VELOCE perché i referti sono disponibili in 5/7 giorni lavorativi;
  • PRECOCE perché effettuabile già dalla 10a settimana di gestazione.

Le famiglie che scelgono il test Aurora, offerto da Sorgente Genetica, possono accedere a diversi servizi. La gestante ad esempio ha la possibilità di svolgere il prelievo comodamente presso il proprio domicilio: un operatore prelievo specializzato effettuerà il prelievo e si occuperà della corretta compilazione della modulistica oltre che della spedizione del campione ematico al laboratorio. Inoltre la famiglia, può richiedere una consulenza pre e post test con un medico genetista qualificato.

I referti, redatti in italiano, sono disponibili in 5/7 giorni lavorativi, sono firmati da medici genetisti italiani e contro firmati da un controllo di qualità interno (unici in Italia). I risultati sono chiari e riportano con certezza se l’aneuploidia è stata rilevata o meno. In caso di esito positivo, Sorgente Genetica fornisce gratuitamente alla famiglia il test di diagnosi invasiva e un servizio di supporto psicologico.

Sorgente Genetica è inoltre l’unica società il cui referto permette, tramite QR CODE, di: 

  • visionare il curriculum vitae del genetista che ha firmato il referto; 
  • accedere direttamente dal referto a una sezione di domande&risposte sul test.

Il test AURORA è validato su gravidanze singole e gemellari, fisiologiche o da fecondazione assistita (omologa ed eterologa), con un minimo di 10 settimane di gestazione.

In caso di gravidanze gemellari invece, il test Aurora rileva solo le Trisomie (21,18,13) e il sesso del nascituro.

Per ulteriori informazioni: www.testprenataleaurora.it

2 I like it
0 I don't like it